Caso studio: Anche tu fai fatica a far capire agli sposi perché devono proprio scegliere TE come il loro fotografo di matrimonio?

By | 28 Febbraio 2016

Vuoi evitare di essere considerato solo come un qualsiasi fotografo di matrimonio tra 2000 preventivi?

Scopri come ha fatto un tuo collega professionista a cominciare ad acchiappare gli sposi con cui veramente desiderava lavorare senza spendere migliaia di euro in pubblicità inutile anche se non è un esperto di marketing.

Fotografo di matrimonioCaro fotografo di matrimonio (o professionista del matrimonio, pure tu puoi trarne beneficio):

Se anche tu hai la sensazione di essere preso per la collottola ogni volta che cominci a parlare di soldi con gli sposi

  • perché gli sposi vogliono solo risparmiare facendoti perdere il sonno per scoprire come renderli felici
  • perché ogni volta chiedono subito lo sconto
  • perché quando finalmente osi pronunciare la tua tariffa ti viene subito detto che sei caro e che Tizio, Caio o Sempronio chiede molto meno per lo stesso lavoro

– E QUESTA SENSAZIONE NON TI PIACE –

questo breve post domenicale ti farà riflettere su come prendere determinati provvedimenti che ti aiuteranno a scartare queste coppie e a donare il tuo tempo solo a chi è veramente interessato a te.

Una situazione come quella sopra, in cui gli sposi ti agguantano per il colletto e ti trascinano in cerchio come uno scemo senza darti possibilità di prendere fiato è DECISAMENTE sgradevole.

Soprattutto quando non succede solo una volta, ma magari ci passi più volte durante un mese.

E’ un grosso problema, il fatto di sentirti in dovere di accettare le condizioni dettate dagli sposi per più motivi:

=> 1. perché ti senti svalutato come professionista e come persona

=> 2. perché sai benissimo che il tuo prezzo è più alto e dover sottostare all’umore di una coppia di sposi che magari non apprezzano nemmeno ciò che fai ti logora dentro.
(e magari ti viene in mente di abbandonare tutto e cominciare a fare un altro mestiere)

=> 3. perché ogni volta che lo fai sai che stai minando la tua stessa immagine e che da ora in poi sarà sempre più facile che ti chiedano lo sconto anziché pagarti senza fiatare

=> 4. perché capisci che il fatto di pagare le bollette e mettere un piatto di minestra in tavola non dipende più da te bensì dalla volubilità e dall’incostanza degli sposi

Questo tipo di sensazioni possono buttarti brutalmente giù. Soprattutto quando ti rendi conto che non è soltanto quella volta e basta, ma un’abitudine ricorrente.

Ma cosa ci puoi fare? In qualche modo bisogna pure andare avanti, no?

E quindi accetti le loro condizioni, le loro condizioni di pagamento, le loro imposizioni ingoiando un rospo gigante che fra un po’ ti soffocherà tanto è grosso.

– in effetti ti senti come il famoso serpente che avendo fame comincia a mangiucchiarsi la coda. E ne mangia un pezzo dopo l’altro e prima che riesca a fermarsi si è completamente incastrato in una situazione da cui è impossibile uscire.

L’unica soluzione è chiedere aiuto.
Se ce la fai a parlare con la bocca piena di coda, cioé 😉

****************************

Sì, è una brutta bestia. Lo so benissimo perché ci sono passata pure io.

Anche se non sono un fotografo di matrimonio ho comunque sia sofferto le stesse problematiche giorno dopo giorno, rendendomi conto che così non poteva andare avanti.

Quando finalmente ho capito dov’era il mio errore ho tirato due craniate nel muro (se bastano due, ci sono ancora le crepe – magari un giorno farò una foto per mostrartele…) e ho cominciato passo dopo passo a mettere tutto a posto.

Ma oggi non voglio parlare di me. Ti voglio raccontare una piccola storia di successo. La storia di un fotografo di matrimonio che per la prima volta supera l’impatto con gli sposi – e che risultato avrà alla fine.

Lui, uno dei miei clienti più recenti, aveva questo problema. Si sentiva sempre così tanto vittima delle coppie di sposi e delle loro imposizioni, richieste e limiti che stava veramente pensando di chiudere tutto e andare a vivere sulla riviera romagnola a vendere cocco sulla spiaggia.

Nella sua disperazione e dato che sentiva che non se la sarebbe cavato da solo si è rivolto a me affinché io gli dessi un’occhiata alla sua attività.
Il mio compito era capire dove era che il processo di far firmare il contratto andava storto e perché lui, pur essendo un bravo fotografo di matrimonio, non riusciva più a non dover combattere per farsi pagare.

Abbiamo parlato. A lungo. Di tutta una serie di cose che non andavano:

– non riusciva appunto a far firmare il suo contratto
– gli sposi prendevano tempo e non richiamavano dopo il primo appuntamento
– prima di arrivare a concludere l’affare gli toccava fare un mucchio di concessioni

In breve, questo fotografo di matrimonio si stava demoralizzando di brutto chiedendosi se non era più capace a fare il suo lavoro.

=> Ti confesso: Lavoriamo insieme da poco – ma lui sta già facendo i primi passi importanti.

Fotografo di matrimonioUno di questi lo puoi vedere nella foto qui a fianco. In pratica ha chiuso un contratto in prima battuta, spendendo pochissimo tempo e incassando subito i soldi – pur avendo una richiesta che era ben più alta di ciò che avrebbero voluto spendere gli sposi per il loro fotografo di matrimonio.

===> Questo perché ha fatto capire agli sposi che cosa avrebbe fatto per loro e in che modo gli avrebbe dato esattamente ciò che desideravano. <===

E quando fai così – ti muovi nella giusta maniera facendo leva su ciò che loro desiderano e che tu puoi fornirgli – succede la magia:

Loro firmano il contratto e sganciano i soldi.

Sembra una stupidaggine ma non lo è. Perché se non sai da dove iniziare è un casino.

Questo fotografo di matrimonio comincia a capirlo adesso – e a metterlo in pratica.

Abbiamo ancora da fare tante cose insieme. Ma solo il fatto che lui dopo così poco tempo ha cominciato a vedere che quello che impara studiando i miei materiali FUNZIONA REALMENTE mi fa pensare che sarà una questione di pochi mesi e avremo rivoluzionato la sua attività da fotografo di matrimonio.

===> Tu hai già cominciato la TUA rivoluzione scaricando il mio report gratuito?

Marketing Matrimonio Annette TuxenNO??? Allora vai a farlo subito – lo trovi in alto a destra.

Inserisci il tuo indirizzo email e segui attentamente le istruzioni che ti verranno fornite direttamente dal sistema.

Da qui puoi comincia anche tu a cambiare la tua situazione. (Ti do un consiglio: Fallo adesso, prima che lo facciano i tuoi concorrenti peggiori… 😉 )

 

Il marketing – e il tuo successo – non è un evento, è un processo.

E tu, cosa aspetti a volerlo, ‘sto successo?

 

Annette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 2 =