Anche a te piace chiedere di mettere “Mi piace” sulla tua pagina di Facebook?

By | 3 Gennaio 2016

Oggi parliamo della tua pagina di Facebook. Argomento molto caro a moltissimi specialisti del matrimonio (e non solo a loro ma lasciamo stare che non ci interessano gli altri!).

Pagina di FacebookLa foto è sfocata.
Volutamente.
Sono una signora e certe parole non le dico.

O meglio DI SOLITO non le dico – anche se ci sono momenti in cui vengono DECISAMENTE bene.

Uno di quei momenti in cui scelgo di essere sboccata è questo: Perché se sei una di quelle persone che amano pubblicare la propria pagina chiedendo ai tuoi amici, familiari, conoscenti e colleghi di mettere il famoso “Mi piace” sulla tua pagina di Facebook…

===> SEI NELLA MERDA! <===

Veramente, sai? E questo per un paio di motivi molto, molto semplici.
Proviamo insieme a vedere di cosa si tratta:

=> A.) Quante volte capita a te di ricevere queste richieste di “Mi Piace Selvaggi” da parte di persone che fanno parte del tuo cerchio di amicizie?
Se sei come me ti capiterà almeno 5-6 volte al giorno. Mettiamo comunque una media più bassa, diciamo 3 volte al giorno.
Moltiplica per 365 giorni.

Fanno 1095. Milleenovantacinque richieste di “Mi piace” all’anno!!! Ma quanto dovresti stare su Facebook per guardare tutta la roba che viene pubblicato su queste pagine???

Magari questi tuoi amici ti chiedono prima l’amicizia su Facebook e poi subito dopo ti invitano a cliccare “Mi piace” sulla loro pagina di Facebook.

– io non so come tu agisca in questi casi, ma a casa mia questo comporta il ban per direttissima. Io non voglio “amici” così!

Questo, signor cliente, può essere un problema per Lei, lo sa?

=> B.) Ti è mai capitato che un amico che sta dall’altra parte dell’Italia ti abbia inviato una richiesta di “Mi piace” per la pagina di Facebook che parla della sua pizzeria, del suo complesso musicale, del suo negozio o del suo bed&breakfast?

Sì?

E tu gliel’hai dato, sapendo che con ogni probabilità non avresti mai interagito con lui perché sta a Puttemburgo e tu da quella città non ci passi mai?

Hmmmm, signor cliente, questo potrebbe essere un grosso problema…

Ma andiamo avanti nel nostro ragionamento.

=> C.) Quante volte, quando ormai avevi “mi-piaciato” la pagina di Facebook del tuo amico, ti è capitato di togliergli il “mi piace” dopo un po’ perché non eri veramente interessato alla sua attività?

A me capita – anche a me cambiano gli interessi. Oppure capita che le persone che gestiscono le pagine smettono di scrivere cose interessanti. Che le vendano e quindi cambino nome e contenuti. Oppure…per mille motivi diversi che non sto a elencare qui non mi interessi più.

Sai che questo crea un flusso negativo per lui? Nel senso che Facebook lo registra.
E se succede spesso che le persone prima cliccano “mi piace” sulla pagina di Facebook e poi dopo lo tolgono, beh, l’algoritmo di Facebook trae la conclusione che quella pagina sta riscuotendo meno interesse da parte degli utenti e quindi la fa vedere meno nella newsfeed.

Hmmm, signor cliente, questo potrebbe essere una brutta bestia, che ne pensa?

***********************

Andiamo invece ancora più in profondità – sul sodo, lì dove veramente potresti avere dei problemi seri:

(eh sì, lo ammetto, finora abbiamo scherzato – ORA comincio a tirare fuori l’artiglieria pesante 😉 ):

Hai idea che cosa succede se continui a chiedere “Mi piace” per la tua pagina su Facebook a persone che non hanno nessun interesse per l’attività che promuovi?

Sai che questi modi di comportarsi sono DANNOSI PER LA TUA IMMAGINE DA PROFESSIONISTA?

E sai che, proprio detto terra-terra, rischi di falsare i risultati per le sponsorizzazioni che ti verranno in mente di fare dopo, sballando COMPLETAMENTE il lavoro che pensavi di svolgere bene?

Non lo sapevi?
Ora sì. Meno male che ci sono io che te le dico, ‘ste cose… 🙂

SOLUZIONE:

Come quindi comportarsi con la tua pagina di Facebook per aumentare e mantenere attiva la base dei fan nella maniera giusta?

Tre consigli – semplici, corti e veloci. Sei contento? (almeno per stavolta non ti faccio un pippozzo immenso su come fare 😉 )

===> 1. Assicurati che le persone che arrivano siano REALMENTE interessati nel supportare la tua attività. Non forzare mai nessuno a darti il contentino di un “mi piace” che alla fine non interessa né a te, né a lui. Fa’ in modo che gli interessa realmente darti il pollice in sù di sua spontanea volontà.

Queste persone, vive e interessate a quello che stai facendo, hanno piacere di guardare quello che pubblichi. Se lo sai fare nel modo giusto, tanto di guadagnato. Altrimenti rischi di assomigliare al 90% delle pagine Facebook che fra un po’ sembrano il volantino del supermercato sotto casa. Fa parecchio brutto, lo sai, vero? (E danneggia parecchio anche la tua possibilità di farti pagare quelle cifre profumate che tanto stai sognando…)

===> 2. Lascia che siano LE PERSONE a cercare te e non tu a mendicare consensi. Non fa molto chic, sai? E in più risulta enormemente fastidioso ogni volta che ti trovi una richiesta del genere in bacheca. Soprattutto se, come me, ne ricevi a bizzeffe ogni giorno.

Se continui a spingere la tua pagina sotto al naso di persone che non hanno nessun interesse per te non fai altro che infastidirle. Con il risultato che prima o poi questi o ti tolgono l’amicizia oppure ti bloccano – o, ancora peggio, ti segnalano a Facebook come spammer. Cosa non propriamente simpatica, devo dire…

===> 3. Da’ un motivo valido per i tuoi fans di ritornare da te. Questo lo fai fornendo contenuti sempre interessanti. E no, qui non sto parlando di video di cantanti famosi o foto di cagnolini e gattini. Qui devi mettere mano in tasca e tirare fuori qualcosa di succulento che fa in modo che le persone volontariamente torneranno a cercarti.

Sulla tua pagina di Facebook parla di ciò che gli interessa, non quello che interessa a te. Parla il loro linguaggio, di quello che gli preoccupa, di quello che potenzialmente potrebbero voler sapere da te PRIMA di arrivare a chiederti qualunque cosa.

Facendo questo non solo dai possibilità alle persone di conoscerti, levi anche un sacco di dubbi a loro che altrimenti devi affrontare quando ti contatteranno. Gli dai un motivo in più per preferire te anziché il tuo concorrente – se lo fai nel modo giusto.

Marketing Matrimonio Annette TuxenAvere una pagina di Facebook significa avere una vetrina in più su internet. Pensa bene a come riempire questa, come trattarla e come fare in modo che rimanga interessante per le persone che la vorranno guardare.

Altrimenti non aprirla neppure. Perché averla impolverata e non considerata affatto è un danno per te ENORME, sappilo. Ed è anche un regalo che fai alla tua concorrenza che magari tengono leggermente meglio la loro pagina di Facebook.

Il marketing – e il tuo successo – non è un evento, è un processo.

E tu, cosa aspetti a volerlo, ‘sto successo?

 

Annette

 

PS. Se vuoi ulteriori spunti li trovi qui, sulla mia pagina ===> Marketing Matrimonio su Facebook <===

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 2 =